CAMPAGNA DI SCAVI A CODROIPO.

Messaggero Veneto – 27 dicembre 2005

Inseriti contributi per 40 mila euro nella Finanziaria regionale. I fondi saranno destinati anche alla copertura delle spese per la gestione del museo archeologico. Quarantamila euro dalla Regione per la gestione museale e gli scavi archeologici.


Questa la notizia che il consigliere regionale Giancarlo Tonutti ha partecipato oggi al Sindaco di Codroipo Vittorino Boem.


In occasione della discussione sulla legge Finanziaria regionale 2006, infatti, con un emendamento proposto dal Vicepresidente del Gruppo della Margherita, è stata prevista ed approvata la spesa in questione a favore del Comune di Codroipo.


Il contributo dovrà essere utilizzato per la gestione e le attività del Museo archeologico del capoluogo del Medio Friuli, ospitato nelle ex carceri asburgiche e diretto dalla dottoressa Costanza Brancolini, nonché per le campagne di scavo programmate per il prossimo anno in collaborazione con la Soprintendenza e la Società Friulana di Archeologia.


“La proposta di emendamento – commenta Tonutti – nasce a seguito delle richieste di qualificazione della presenza museale codroipese, ma soprattutto con l’intento di dare copertura finanziaria all’importante campagna di scavi archeologici che è stata programmata per il 2006, per la quale, per parte regionale ci eravamo già precedentemente impegnati.


Si tratta di una campagna che prevede l’indagine in una serie di siti interessanti, non ultimo nel Castelliere protostorico della Gradiscje di Codroipo, situato ai margini del Parco delle Risorgive, e già oggetto di studio nel corso del 2005″.


“Si tratta di un impegno consistente – conclude Tonutti – ideato con l’obiettivo di favorire la riscoperta della storia del territorio, in un’ottica di valorizzazione, perché no, anche turistica, delle testimonianze e dei relitti del passato presenti nel nostro territorio.


Renzo Calligaris