25 mag 2018, Alessandro De Antoni, Ludus Latruncolorum.

Alessandro De Antoni (Società Friulana di Archeologia – Legio VI ferrata), Ludus Latruncolorum – Il gioco dei soldati. Evidenze letterarie e archeologiche del più diffuso gioco da tavolo romano. “… e giuochi attenta al gioco dei latrunculi quando è perduta una pedina sola in mezzo a due avversarie…” (Ovidio, Ars Amatoria, III, 358). Testimonianze sul […]
grove portfolio
Description

Alessandro De Antoni (Società Friulana di Archeologia – Legio VI ferrata), Ludus Latruncolorum – Il gioco dei soldati. Evidenze letterarie e archeologiche del più diffuso gioco da tavolo romano.

“… e giuochi attenta al gioco dei latrunculi quando è perduta una pedina sola in mezzo a due avversarie…” (Ovidio, Ars Amatoria, III, 358).

Testimonianze sul gioco dei “Latrunculi”, uno dei molti giochi da tavolo in uso presso gli antichi Romani, provengono da molti autori classici come Ovidio, Marziale, Seneca ed altri, che ci offrono delle preziose informazioni sulle tavole da gioco, sulle pedine e sulle regole.
Se a questo aggiungiamo i ritrovamenti archeologici di molte tabule lusorie sul Vallo Adrianeo, a Roma, in Siria e altre località mediterranee possiamo farci un quadro abbastanza preciso di come fosse questo diffusissimo passatempo romano, gioco che alcuni autori moderni hanno voluto vedere, un po’ forzatamente, come l’antenato degli scacchi, ma che probabilmente resta, invece, un gioco a sè stante di cui, dopo la caduta dell’Impero romano, si è persa la conoscenza nella memoria popolare.

Project Detail
Date:
27 May 2018
Category:
Conferenze
Client: