SAN CANZIAN D'ISONZO (Go). Caduti austroungarici, targhe a monsignor Belletti e Rosin.

SAN CANZIAN D'ISONZO (Go). Caduti austroungarici, targhe a monsignor Belletti e Rosin.

daIl Piccolo' 5 ottobre 2014

Al termine della cerimonia di consegna delle targhe con i nomi dei caduti del territorio di San Canzian d’Isonzo nelle file dell’esercito austroungarico nel corso della prima Guerra mondiale, il presidente dell’associazione “Amici della Croce nera austriaca”, Franco Stacul, a nome della presidenza dell’Osk (Osterreichisches Schwarzes Kruez) ha insignito con la Croce d’onore (Ehrenkreuz) Edo Rosin e monsignor Mauro Belletti.

Il riconoscimento è stato assegnato all’ex presidente della Sezione isontina della Società friulana di archeologia e all’ex parroco di San Canzian per aver contribuito in maniera determinante al recupero della memoria dei caduti con la divisa ausotrungarica di San Canzian d’Isonzo nella Grande guerra con diverse iniziative.

La “Croce nera austriaca” (Osk), costituita nel 1919, è un’associazione con sede a Vienna, che in stretto contatto con il ministero della Difesa austriaco si occupa della sistemazione e della cura dei sacrari e dei cimiteri militari che contengono le spoglie dei soldati di diverse nazionalità, caduti nella prima e nella seconda Guerra mondiale, sia in Austria che all’estero. Conferisce delle onorificenze a persone che dimostrano particolare sensibilità e impegno nel ricordare questi Caduti.

L’associazione corrisponde, quindi, all’italiano Commissariato generale per le onoranze ai caduti in guerra (Onorcaduti) con il quale collabora attivamente. Per questo motivo, a ricevere Papa Francesco al cimitero austroungarico di Fogliano Redipuglia erano presenti il generale di Corpo d’armata Rosario Aiosa, commissario generale Onorcaduti, e Peter Rieser, presidente Osk, oltre al sindaco Antonio Calligaris e al parroco don Duilio Nardin.

Gli “Amici della Croce nera austriaca-Freunde des Österreichischen Schwarzen Kreuz” con sede a Gorizia è un’associazione senza scopo di lucro, che ha come obiettivo principale quello di far conoscere e mantenere viva la memoria dei caduti in divisa austroungarica del territorio e del Litorale austriaco durante la prima Guerra mondiale. L’associazione rappresenta inoltre in sede locale la Osk.(la.bl.)