SAN CANZIAN D'ISONZO (Go). Raccolti i nomi dei caduti austroungarici dei paesi nel comune di San Canzian.

da 'La Voce Isontina', del 20 ottobre 2014

Quattro targhe donate dalla Società Friulana di Archeologia al comune.

Nelle scorse settimane la sezione isontina della Società Friulana di Archeologia ha consegnato al Sindaco del Comune di San Canzian d'Isonzo e alla cittadinanza quattro targhe recanti i nomi dei Caduti in divisa austroungarica di Begliano, San Canzian, Pieris e Isola Morosini, realizzate grazie al contributo della BCC di Staranzano e Villesse.

All'evento, organizzato con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale, della Provincia di Gorizia e del Comune di San Canzian d'Isonzo, hanno collaborato gli Eredi de Fabris, il Coro Angelo Capello, la Pro Loco del Comune di San Canzian d'Isonzo, il CCM e l'Ecomuseo Territori.

La cerimonia si è svolta nella sala al primo piano della Villa de Fabris di Begliano, che fu ospedale militare durante la Prima Guerra Mondiale e che ha offerto dunque suggestivo sfondo all'evento.

Durante la cerimonia sono intervenuti lo studioso Diego Mauchigna, il quale ha spiegato come e in quali archivi è stata condotta la ricerca che ha portato alla stesura dell'elenco dei Caduti del Comune, l'avvocato dott. Pace, uno dei proprietari della Villa de Fabris, Edo Rosin per la Società Friulana di Archeologia, mons. Mauro Belletti, il quale ha anche benedetto le targhe prima che venissero consegnate, l'assessore regionale Panariti, il Sindaco di San Canzian, l'onorevole Brandolin e Franco Stacul, Presidente dell'associazione Amici della Croce Nera Austriaca.

Al termine della cerimonia Franco Stacul, a nome della Presidenza dell'O.S.K. (Osterreichisches Schwarzes Kruez) ha insignito con la "Croce d'onore" il signor Edo Rosin e mons. Mauro Belletti per aver contribuito in maniera determinante al recupero della memoria dei Caduti con la divisa A.U. di San Canzian d'Isonzo nella Grande Guerra con diverse ed importanti iniziative.

La "Croce Nera Austriaca" costituita nel 1919, è un'associazione con sede a Vienna, che in stretto contatto con il Ministero della Difesa austriaco si occupa della sistemazione e della cura dei sacrari e dei cimiteri militari che contengono le spoglie dei soldati di diverse nazionalità, caduti nella prima e nella seconda Guerra Mondiale, sia in Austria che all'estero. Conferisce delle onorificenze a persone che dimostrano particolare sensibilità ed impegno nel ricordare questi Caduti. Corrisponde all'italiano "Commissariato Generale per le onoranze ai Caduti in guerra" con il quale collabora attivamente.

"Gli Amici della Croce Nera Austriaca – Freunde des Osterreischischen Scfwarzen Kreuz" con sede a Gorizia, è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivo principale quello di far conoscere e mantenere viva la memoria dei Caduti in divisa austro-ungarica del nostro territorio e del "Litorale austriaco" durante la Prima Guerra Mondiale.