SAN CANZIAN D’ISONZO / Isola Morosini (Go). La guerra fra Isola Morosini e la foce dell’Isonzo.

SAN CANZIAN D’ISONZO / Isola Morosini (Go). La guerra fra Isola Morosini e la foce dell’Isonzo.

Mostra visitabile sino al 25 aprile la mostra fotografica ad Isola Morosini
“Tra mare e cielo” La guerra tra Isola Morosini e la foce dell’Isonzo è l’evocativo titolo della mostra fotografica organizzata dalla Società Friulana di Archeologia – Sezione Isontina, Scuola Fioristi FVG ed il Consorzio Culturale del Monfalconese – Ecomuseo Territori, con il patrocinio del Comune di San Canzian d’Isonzo, che dal 13 al 25 aprile sarà visitabile presso la sede della Scuola Fioristi FVG di Isola Morosini.
Grazie alla collaborazione con l’ANMI Associazione Marinai d’Italia di Monfalcone, Maurizio Bon, Marco Mantini, l’Associazione Musicale Arcadia di San Canzian e l’Associazione Culturale InCanto di Capriva sono stati realizzati una serie di eventi collegati che animeranno le serate in questa piccola località, cornice perfetta alla creatività e alla cultura più raffinate.
Attraverso la mostra fotografica che fa parte del progetto “L’altra mobilitazione 14-18″, inaugurata dal dottor Christian Selleri il 13, si vuole riportare l’attenzione sulla Prima Guerra Mondiale combattuta nei luoghi poco conosciuti. Si è scelto di rappresentarla attraverso la sofferenza dei soldati, di quei giovani che abbandonarono affetti e cose per partecipare all”’…inutile strage” e forse non farne ritorno. Quei soldati oggi non possono più raccontare la loro storia ma è necessario, specialmente in tempi di pace, non perderne la memoria. La guerra che si presenta in questi scatti fotografici, non è di trincea ma di mare e di terre, combattuta alle foci dell’Isonzo e nelle zone prossime al Lido di Panzano contro l’esercito austro-ungarico arroccato sul Monte Ermada, determinato a non perdere ancora posizioni e a difendere Trieste.
La mostra sarà visitabile giovedì 20 e venerdì 21 dalle 15 alle 18; sabato 22, domenica 23 e lunedì 24 dalle 15 alle 18 e dalle 10 alle 12 e mercoledì 25 dalle 10 alle 12.
In concomitanza con la mostra, sono stati organizzati anche diversi eventi.
Negli ambienti incontaminati di Isola Morosini, giovedì 20 ore 20.30, riecheggeranno i dolci suoni delle arpe perché si esibirà l’ensamble d’arpe Rainbow of Magic Harps, diretto da dalla mastra Ester Pavlic con la partecipazione di Francesca Pipia al flauto e Gino Pipia alle percussioni.
Venerdì 21 alle 20.30 ci sarà poi la presentazione “Gli angeli cristallini”, con meditazione a conclusione della serata. L’evento è organizzato dalla commissione Artistico/Benessere della Scuola Fioristi FVG.
Domenica 23 dalle 16 alle 18.30 e dalle 20.30 alle 23 si assisterà alla dimostrazione di “Charme and flowers: fascino, potenza di attrazione e seduzione: chi meglio dei fiori?”. La Scuola Fioristi utilizzerà forme, colori, essenze e fiori per realizzare degli omaggi floreali.
Lunedì 24 aprile alle 18 si parlerà di archeologia con la conferenza a cura dalla dott.ssa Desirée Dreos e dal dottor Christian Selleri “Il cimitero ottocentesco di Isola Morosini”.

Autore: Cristina Nocent, 24 apr 2017

Fonte: www.voceisontina.eu