Sara MARMAI, Con empia mano e lingua scellerata: asebeia e crimini contro il sacro nell Atene del V secolo a.C.

Intervento al ciclo di incontri dedicati alle testimonianze archeologiche che giungono dal passato, dal titolo "Seguendo le tratte degli antichi …" del 22novembre 2013.

Eschilo, con l'ingresso delle Erinni nelle sue Eumenidi, ha firmato una delle scene più potenti del teatro mondiale. Fiutando selvaggiamente l'odore della colpa, come cagne feroci, esse inseguono e finalmente scovano la loro preda, un Oreste supplice, avvinghiato alla statua di Atena. Sono furibonde, le Erinni: l'eroe forse spera di sottoporsi ad un processo per sfuggire ai loro tormenti, per scampare alla punizione per l'omicidio della madre Clitemnestra? Si sbaglia…

Leggi tutto nell'allegato.

Autrice: Sara Marmai – sara.marmai@gmail.com

con empia mano e lingua scellerata.pdf