UDINE Capitale del Friuli

Itinerario 1

L’isolamento che distingue il colle su cui sorge il castello di Udine spiega la genesi di un insediamento che la quantità di dati archeologici pone nella media età del bronzo. In un diploma del 983 risulta che l’imperatore Ottone II donasse al patriarca di Aquileia il castello di Udine, assieme ad altre località vicine. La città, sorta ai piedi del colle morenico che, isolato in mezzo alla pianura, costituiva un ottimo punto di osservazione e di difesa, rimase fino al secolo scorso limitata al perimetro delle cinte murarie che, allargandosi progressivamente fino all’ultima, provvedevano alla sua difesa. Apartire dal XIII e XIV sec. crebbe la sua importanza in coincidenza con il trasferimento in città della sede del Patriarca. Per questo entrò nelle tumultuose ed aspre lotte con i conti di Gorizia, con Cividale e con Venezia. Alla caduta di questa, nell’anno 1797, passò all’Austria.

L'intera descrizione dell'itinerario si trova nell'allegato, vai >>>

itinerario 1.pdf