UDINE. Sotto la torre di Porta Villalta …

Il Gazzettino – Mercoledì, 23 Maggio 2007

Sotto la torre di Porta Villalta un museo permanente all'aperto sui monumenti e sulla storia della città e un giardino rigoglioso.
La Società friulana di archeologia , che proprio nella torre ha la sua sede, rilancia l'idea già proposta a Palazzo D'Aronco tempo addietro, con tanto di progetto.

«L'abbiamo presentato in Comune – spiega il presidente dell'associazione Gian Andrea Cescutti – circa un anno e mezzo fa. Gli assessori Giorgio Cavallo e Gianna Malisani
hanno apprezzato l'idea, l'amministrazione ha accolto il progetto, ma poi tutto si è arenato. I motivi? Forse l'amministrazione attendeva di sapere cosa si sarebbe fatto dell'ex birreria Dormisch», su cui ora verte un progetto della proprietà che vorrebbe trasformare la fabbrica abbandonata in un centro commerciale e direzionale, con negozi, uffici, un parcheggio sotterraneo, bar, un ristorante e qualche appartamento.
Ma approfittando dell'apertura della Torre di Porta Villalta in occasione della IX settimana della cultura, sabato scorso la Società friulana di archeologia ha rilanciato il progetto, presentandolo ai cittadini.
«In questo modo – spiega Cescutti – si potrebbe riqualificare l'area sotto la torre, che oggi è una zona degradata dove si ammucchiano le immondizie. Secondo il nostro progetto, che avrebbe un costo minimo, meno di diecimila euro, sotto la Porta verrebbe creata un'area espositiva per raccontare la storia della città, con particolari pannelli appesi a griglie metalliche, possibilmente lavabili per evitare che siano costellati di graffiti. Inoltre, vorremmo che lo spazio verde lì accanto fosse sistemato a giardino. Abbiamo voluto far conoscere la nostra idea a tutta la cittadinanza, per coinvolgere gli udinesi nella riqualificazione di uno spazio oggi inutilizzato e in stato di degrado».