Maurizio BUORA e John NESBITT, A new gold seal of Alexios I Komnenos front the upper castle at Attimis (Udine, Italy).

The recent excavations (1998-2009) At Attimis, a village situated to the northeast of Udine, close to the border of Italy and Slovenia, there stand two castles at a distance of 160 meters from each other. The upper one is at 411 meters above sea level and the lower one is at a height of 380 […]

Gianfranco DE BENEDETTIS, La Provincia Samnii e la viabilità romana.

con la collaborazione di Domenico Caiazza. Lo studio della viabilità romana rappresenta un settore della ricerca tra i più interessanti e articolati, avvicinarsi alle sue problematiche determina però incognite che necessitano di un'azione sistematica di verifica nsul terreno preceduta da un attento lavoro interpretativo dei dati ricavabili dalle fonti cartografiche e non. Indice: Presentazione; Introduzione; […]

BIBLIOGRAFIA DELLA X REGIO 2008-2009

a cura di Renata Merlatti e Silvia Pettarin La presente Bibliografia è frutto dello spoglio di 350 riviste circa di archeologia, storia e storia dell’arte, nonché di numerose collane e monografie, presenti nelle biblioteche delle Università, dei Musei (Civici e Nazionali) e delle Soprintendenze del Friuli Venezia Giulia, del Veneto, del Trentino Alto Adige. L'intera […]

AA.VV. Le regioni di Aquileia e Spalato in epoca romana.

Convegno Udine 4 aprile 2006 Il Convegno è stato promosso dalla Fondazione Cassamarca di Treviso e organizzato da EFASCE e dai Civici Musei di Udine in collaborazione con il Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell’Università di Udine e la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa è svolta nell’ambito […]

Nic FIELDS, Il Vallo di Adriano

Fortificazioni dell'Impero romano. Il Vallo di Adriano è forse la più famosa fortificazione dell'Europa antica, costruita dai Romani intorno al 122 d.C. segnò la nascita delle grandi fortificazioni di frontiera. Il volume è stato tradotto dall'inglese da Eugenio Pittolo ed è disponibile nella Biblioteca della Società Friulana di Archeologia, unitamente ad una copia orginale in […]

Aniello LANGELLA, La casa pompeiana come luogo di culto.

Il luogo di culto era quello spazio della casa o della città, dove ciascun cittadino poteva esercitare in maniera esplicita e anche privata la propria vicinanza al dio. Poteva essere quello spazio riservato e spessissimo privato, dove ognuno poteva professare la medesima fede in maniera celata, senza necessariamente manifestarlo e renderne partecipi gli altri.Il dio… […]